Stampa

PASQUA 2013

Carissimi

<< Sì, ne siamo certi:Cristo è davvero risorto !>>

L' annuncio pasquale ci ripropone ancora una volta l'avvenimento più sconvolgente della storia umana: Gesù di Nazaret, ucciso sulla croce, è risuscitato e ha sconfitto definitivamente la morte.

La sua vicenda perciò non può restare confinata in un lontano passato, ma è decisiva anche per la nostra fede oggi. Gesù infatti è entrato nella nostra storia e vi continua a vivere, con la sua bellezza e potenza, in quel corpo fragile e sempre bisognoso di purificazione, ma anche infinitamente ricolmo dell'amore divino, che è la Chiesa, in cui Egli è presente con la sua passione, morte e risurrezione.

La Quaresima ci ha invitati ad un serio cambiamento. Convertirsi infatti significa valutare il senso della vita che ci presenta il mondo e paragonarlo al senso della vita che ci presenta Gesù. Seguire la mentalità mondana significa escludere Dio dalla vita. Cosa impossibile dal momento che non si può negare la dipendenza da quel mistero nel quale, volere o no, tutti "viviamo, ci muoviamo e siamo ".

La vera conversione si realizza nella pazienza di una vita. << Dio - ha detto Papa Francesco - non si stanca mai di perdonarci, siamo noi che ci stanchiamo di chiedere perdono >>.

Il Signore in questa fatica non ci lascia soli, ma ci accompagna ed è generoso con il suo perdono perciò andiamo avanti con fiducia e perseveranza, lasciandoci trasportare, come i bambini, dalle sue mani.

Vi saluto e vi auguro di cuore ogni bene.

Con vivo affetto don Francesco Ledda.